Vai al contenuto
Annunci

NIZZA E I SUOI ARTISTI: HENRI MATISSE

museematisse copia copiaIl suo soggiorno avrebbe dovuto essere breve, ma alla fine Henri Matisse a Nizza ci rimase più di trent’anni, fino alla morte.

Matisse scopre Nizza nel 1917:  ci viene  per curare una brutta bronchite e soggiorna all’Hotel de la Mediterranée (oggi ribatezzato Palais de la Mediterranée e sede del nuovo Casinò).

palaismediterranee copia copia

 

A poco a poco percorre tutta la Promenade e si installa definitivamente alla fine di Cours Saleya, al quarto piano di un palazzo d’epoca, con una meravigliosa vista sulla Baia degli Angeli. Matisse ha sempre tratto ispirazione dal mare come forza tutelare, ma fu soprattutto la luce di Nizza a offrirsi ai suoi occhi  come una rivelazione.

matisse2 copia copia

“Quando ho capito che ogni giorno avrei potuto sognare questa luce, allora sono riuscito anche a credere alla mia fortuna”: questa frase riassume perfettamente fino a che punto la luce abbia nutrito tutto il suo lavoro.

Per un pittore la luce ha mille significati, ma il primo e principale, nel caso di Matisse, è che ogni giorno può riprendere il suo quadro con la medesima illuminazione e quindi può avere una continuità nel suo stato d’animo ed è questa continuità che lo tranquillizza, permettendogli di andare al di là dell’espressione.

hotelregina copia copia

Nel 1938 acquista due appartamenti al 3° piano dell’ex-Hotel Regina (che era stato costruito nel 1897 dall’architetto Biasini per ospitare la Regina Vittoria e la colonia dei nobili inglesi che soggiornavano abitualmente a Nizza).

Nel 1943 la minaccia dei bombardamenti spinge Matisse a lasciare Nizza per stabilirsi a “Villa le Reve”, a Vance. Qui, cinque anni più tardi, lascia una delle sue opere più importanti, un vero testamento spirituale: la decorazione della Cappella  della Madonna del Rosario.

Alla fine della guerra ritorna su Nizza e dona alla città numerose opere; nel 1953 viene creato il Museo Matisse, a cui ancora oggi la famiglia fa regolarmente dei doni. Il Museo Matisse è un luogo che rispetta totalmente lo spirito del pittore e che ha l’intento di mostrare tappa per tappa quale sia la forza necessaria per creare un’opera d’arte.

matisse4 copia copia

Henri Matisse morì il 3 novembre 1954  a Nizza e riposa nel cimitero del monastero di Cimiez, quartiere in cui viveva.

 

 

© Monica Cillario

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: