Vai al contenuto
Annunci

BUON NATALE

IMG_5123 copiaQuest’anno il mio Buon Natale lo auguro, in ordine sparso (perché  l’ordine in realtà non ha proprio nessuna importanza):

a tutti coloro che nelle ultime settimane hanno perso una persona cara: un lutto è sempre un fardello pesante da portare, ma a Natale, mentre fuori tutti pensano a festeggiare, il peso della perdita di qualcuno che ci è stato caro diventa insopportabile
a tutte le donne massacrate, uccise per mano di una bestia che un tempo hanno scambiato per un uomo (in Italia ogni 72 ore avviene un femminicidio, ripeto: ogni 72 ore! – fonte Istat-)
ai dipendenti della Pernigotti, che non sanno se con il nuovo anno avranno ancora un lavoro oppure no
a Silvia Romano, con la speranza che sia davvero ancora viva e che venga presto rilasciata o liberata
ai poveri cani rinchiusi nelle fredde gabbie di un canile, che non sanno cosa sia il calore di un padrone che ti ama o che, peggio ancora, hanno conosciuto quel calore ed ora non ce l’hanno più
ai gatti di strada (che non è vero che i gatti non amano avere un umano per amico e un divano su cui dormire; quelli che lo dicono o son scemi o non hanno mai avuto un gatto)
ai malati di tumore che hanno delle metastasi e che sanno che probabilmente questo sarà forse il loro ultimo Natale
agli animali rinchiusi nei laboratori, che soffrono le pene dell’inferno e muoiono dopo atroci tormenti per esperimenti che si potrebbero benissimo evitare dal momento che un modo alternativo per fare ricerca esiste, solo che costa e le industrie farmaceutiche, del dolore di creature innocenti se ne fottono, a loro interessano solo i profitti
ai cittadini di Taranto e alla gente che vive nella terra dei fuochi: uomini, donne e bambini i cui diritti alla salute sono calpestati da multinazionali di merda e da interessi malavitosi e muoiono come mosche, colpevoli solo di esser nati in uno dei posti più sbagliati di questo mondo sbagliato
ai terremotati del nostro martoriato paese, soprattutto a quelli che aspettano ancora la ricostruzione tanto sbandierata dai politici di ogni colore e che  nel frattempo gelano nelle casette prefabbricate o addirittura nella roulotte di fortuna (a tutti meno a quelli che lasciano il loro cane a dormire in una cuccia fuori, all’addiaccio, in posti dove l’acqua gela nei secchi; ecco, a quelli non auguro il male, ma di sicuro non auguro nulla- e sì, lo so, a Natale dovremmo esser tutti più buoni, però che comincino prima loro ad esserlo con i loro cani)
a quelli che il Natale lo trascorreranno in ospedale, perché sono malati e in particolare ai bambini, che più di tutti avrebbero diritto alla felicità almeno finché sono bambini; e anche a quelli che lo trascorreranno nelle corsie per svolgere il loro lavoro di medici e di infermieri
agli anziani soli, che un tempo avevano una famiglia e ora non ce l’hanno più o che una famiglia non l’hanno mai avuta
a quelli che festeggiano ma guardano il posto vuoto lasciato da chi amavano che ora non c’è più
a chi non ha nulla, né albero, né presepe, né casa, perché  per un motivo o per un altro ha perso ogni cosa
a chi ha sbagliato e vorrebbe poter tornare indietro per rifare tutto in un altro modo ma non può, perché nessuno torna indietro
a te, sì, proprio a te, perché se hai avuto la bontà di leggermi fin qui, un Buon Natale te lo meriti, di cuore.Insomma: Buon Natale!

© Monica Cillario

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: