Vai al contenuto
Annunci

IL NATALE CHE NON AMO

IMG_5020 copia – Il Natale che non amo è quello dei supermercati pieni di cibo i cui ingredienti sono poveri animali  macellati dopo aver vissuto una – seppur breve- vita di merda in allevamenti intensivi o una vita – sempre breve ma magari meno di merda- in allevamenti etici, che “rispettano” gli animali (e in quel caso ti senti presa per i fondelli due volte:  primo perché che significa rispettare gli animali se tanto poi li ammazzi lo stesso!?!;  secondo  per il costo più elevato della povera bestia che metterai nel piatto, solo per il fatto che ha vissuto una – sempre breve-  vita un po’ meno di emme fatta di tante illusioni, perdute comunque).

Il Natale che non amo è quello delle corse al regalo, soprattutto se in grandi centri commerciali affollati, con gente che ti spintona, che è stressata e che ti fa venir voglia di urlare a squarciagola “basta, passiamo direttamente al 7 gennaio e non se ne parli più”.

Il Natale che non amo è quello delle grandi abbuffate: che senso hanno, se non quello di passare poi le settimane successive a sfondarsi di palestra e a ridursi a una dieta ferrea e stressante che renderà nervosi e frustrati al rientro al lavoro?
Il Natale che non amo è quello fatto di persone che fremono per partire per la montagna o per posti esotici o per eremi che non si inchiappetta nessuno, nemmeno gli eremiti, pur di riempire poi le loro pagine social con selfie che li immortala in scene che a guardarle provi pena per quanto evidenziano la loro stupidità e, soprattutto, l’horror vacui di cui è infarcita la loro esistenza; e ti prego, non pensare “la tua è tutta invidia”, perché non lo è: 1) la montagna la odio fin dai tempi in cui mia madre mi costringeva a trascorrerci tutte le vacanze invernali mentre i miei amici, rimasti in città, se la spassavano beatamente;
2) gli eremi mi mettono l’angoscia;
3) invidiare persone che fanno scelte che evidenziano una mente più vuota di una zucca di Halloween non è proprio nella mia natura: probabilmente non spicco per intelligenza, non dico di no, ma non sono scema fino a quel punto e con questo la chiudiamo qui e se non ti ho convinto/a pace, problema tuo. (Spezzo una lancia dicendo che fanno eccezione quelli che la montagna la amano veramente, perché  vi ritrovano la possibilità di far pace con la Natura che ci circonda; ma questi ultimi sono davvero pochi, si contano sulle dita di una mano monca).
Il Natale che non amo è quello dove sei costretto a subirti parenti che detesti e che non ti amano, ma che fingono di volerti bene perché è Natale e a Natale fa figo sembrare tutti più buoni.
Il Natale che non amo è quello che ti mette in risalto, all’improvviso, l’aridità di persone che fino a un minuto prima occupavano un posto importante nel  tuo mondo emotivo e che, proprio a Natale, si rivelano in tutta la loro squallida ed egoistica natura (e il triste è che nemmeno se ne rendono conto, pensano di essere belle persone, ne sono proprio convinte; e invece no, non lo sono e, a guardarle bene, non lo sono più nemmeno esteriormente: le trovi invecchiate e con la pelle tirata e anche un po’ ingrassate, perché l’aridità spesso ti porta ad accumulare, sempre e comunque… grasso compreso).
Il Natale che non amo è quello di chi il Natale lo enfatizza: o perché esagera con la religione (sia la religione che alla Natività  del Signore ci crede, sia la religione che alla Natività non ci crede e pensa che la propria fede sia l’unica che ha il primato della Verità rivelata); o perché esagera con la laicità … il Natale, ma che invenzione idiota! Io lo detesto! (alzi la mano chi di voi non ha fra amici e conoscenti lo sfigato  Grinch di turno); o perché esagera con decorazioni, maglioni – quelli sì idioti- improbabili, palle, palline, contropalle e… che palle!
Ieri, mentre in bagno mi stavo guardando allo specchio  lavandomi i denti, mi era venuto  in mente un bel finale per questo pamphlet natalizio, ma ora l’ho scordato.
Comunque:  Buon Natale!
© Monica Cillario
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: