Vai al contenuto

COSE CHE SUCCEDONO A MONTE CARLO: UPAW, OVVERO L’ARTE AL SERVIZIO DI UNA BUONA CAUSA

 

IMG_3723

È solo alla seconda edizione, ma ha già riscosso successo e grande interesse sia di pubblico che mediatico. Sto parlando di UPAW (Urban Painting Around The World), una manifestazione che si svolge ogni anno sul Porto Hercule, nel Principato di Monaco e che riunisce alcuni fra i più bravi  artisti di pittura di strada del mondo.

Sono ormai lontani gli anni in cui i graffittari erano considerati solo degli imbrattatori, quando non addirittura dei vandali e infatti attualmente quelli fra loro che si sono distinti per la bellezza delle opere hanno  conquistato  uno spazio nel mondo dell’arte contemporanea e le loro quotazioni crescono di anno in anno.

Cinzia e Alberto Colman sono gli ideatori e gli organizzatori di questa manifestazione che sicuramente crescerà di anno in anno perché l’arte urbana trova un interesse sempre più crescente non solo fra gli addetti ai lavori, ma anche fra la gente comune, quella che di arte in senso stretto si intende poco, ma che sa però apprezzare ciò che è bello e che emoziona. Senza contare che l’asta finale attira anche galleristi attenti al valore di mercato delle opere prodotte sul Porto durante lo svolgimento di UPAW.

La nota importante è data sicuramente dal fatto che gli artisti  qui espongono le loro opere per una nobile causa: i loro murales vengono infatti messi all’asta  da Artcurial l’ultimo giorno della manifestazione e i proventi delle vendite vanno alla Fondation Prince Albert II de Monaco, che si occupa di sostenere progetti di ricerca per la difesa del nostro Pianeta, sempre più minacciato dall’inquinamento.

Il tema di quest’anno era “La Planète à Croquer”, un modo per dire che noi uomini stiamo letteralmente divorando la Terra sulla quale viviamo e la disattenzione per i danni ambientali che causiamo ogni giorno deve terminare, prima che sia il  Pianeta stesso a finire, distrutto dal nostro incivile menefreghismo.

Gli artisti che hanno creato le loro opere direttamente sul Port Hercule sono stati diversi e tutti valgono la pena di essere presentati e seguiti con attenzione  (soprattutto se siete dei collezionisti di opere d’arte, oltre che degli amatori).

BELI: italiana nata a Monaco, Belinda Bussotti in arte BELI, è un’artista multiforme che esprime il suo talento attraverso la pittura, la fotografia d’arte e la scultura. Anche se i graffiti di strada non sono la sua specialità, non ha esitato a mettersi in gioco per la buona causa della salvaguardia degli Oceani e del Pianeta.

DSCF6561
Particolare di una delle opere di BELI andata all’asta durante l’Upaw 2018 lo scorso 20 Luglio a Monte Carlo

JULIEN COLOMBIER: è un pittore francese la cui carriera, soprattutto agli inizi, è stata fortemente influenzata dal mondo dei graffiti. Ispirato dall’arte giapponese, da Matisse e da Keith Haring, Julien Colombier ha poi sviluppato un universo tutto suo basato sul vocabolario della natura in tutto il suo splendore.

JULIEN COLOMBIER

CHRIS DAZE: questo artista newyorkese si è formato all’Art Design High School nel 1976 e poi ha trasportato la sua arte sui vagoni della metropolitana. Ha partecipato ad una esposizione al Mudd club nel 1981, al fianco di artisti come Jean-Michel Basquiat e Keith Haring e la sua carriera è ormai decollata, tanto che i suoi lavori sono contesi dalle più importanti gallerie del mondo e le sue opere sono esposte al MoMA di New York, al Brooklyn Museum, al Ludwig Museum in Germania, al Museo Gronigue in Olanda. Daze si ispira al suo vissuto, ai suoi incontri, ai suoi ricordi, ma non dimentica mai di aggiungere la sua personale cifra “graffittistica”.

Daze copia
Chris Daze con la moglie davanti all’opera che ha creato per UPAW 2018 e che è stata battuta all’asta lo scorso 20 Luglio a Monte Carlo per un valore oltre 18mila euro

HUGE: Daniel Fahlström in arte Huge, è un artista svedese che si esprime magistralmente con la pittura fatta con le  bombolette spray. Ha iniziato a disegnare graffiti a metà degli anni ’80 del secolo scorso e poi ha sviluppato uno stile personale basato sull’iperrealismo. Lavora nel suo atelier ad Älta, nei pressi di Stoccolma e partecipa a numerosi festival d’arte in giro per il mondo in cui realizza impressionanti graffiti di cui “Heliumstylr graffiti” in 3D ne è la testimonianza più eclatante.

HUGE-
Daniel Fahlströms in arte HUGE

KASHINK è una delle rare donne attive nell’arte urbana. Vive a Parigi e il suo lavoro si interroga sui codici estetici e sulla definizione di identità. Dal 2013 va in giro con dei baffi che si disegna con l’eyeliner e per Kashink si tratta non solo di un partito preso artistico per scuotere l’estetica ma anche di un esperimento sociologico per creare dei legami sociali intorno alle questioni della bellezza, della femminilità, delle norme sociali o della libertà. Da una dozzina d’anni il suo lavoro si incentra soprattutto sulla street art: dipinge murali ed espone le sue opere all’estero, dove viene spesso richiesta da privati e poi viaggia, viaggia tanto,  per essere presente ai festival e alle esposizioni di arte urbana sia in Europa che negli Stati Uniti.

DSCF6551
Una delle opere dell’artista Kashink battuta all’asta durante UPAW 2018 a Monte Carlo lo scorso 20 Luglio

MAD C: Claudia Walde , in arte MAD C, è nata in Germania nel 1980. Ha iniziato la sua carriera da adolescente ed è diventata in breve tempo una delle migliori artiste di strada del mondo. Laureata in arte urbana, ha pubblicato tre libri sull’arte di strada e le sue opere sono esposte nelle gallerie di tutto il mondo. Nel corso degli anni questa giovane artista è stata invitata ad esporre i suoi murales al Museo Sinkka in Finlandia,  al Wynwood di Miami e al prestigioso Mural Arts Progra di Philadelphia.

MadC

XAVIER MAGALDI: vive e lavora a Ginevra. Scopre i graffiti alla fine degli anni ’80 ed è particolarmente interessato al lavoro sulle lettere. Dopo alcuni anni di wild-style trascorsi a “torturare” le lettere, passa al free-style e poi al “machines”, che è uno stile che ritroviamo essenzialmente a Barcellona, città in cui ha dipinto per diverse estati. Attualmente preferisce approfondire il suo lato astratto e meccanico; influenzato dalla precisione di un orologiaio, dall’amore per le linee geometriche e dal disegno tecnico che inserisce nei suoi lavori. Si nutre del Cubismo degli anni ’20 ma anche del pensiero geometrico e dal meccanicismo dei futuristi italiani. Nel 2013, all’interno del movimento dei graffiti ha creato un suo movimento, chiamato MecaFuturismo.

DSCF6556
Una delle opere di Xavier Magaldi andata all’asta all’UPAW 2018 lo scorso 20 Luglio a Monte Carlo

MR. ONETEAS: Anthony Alberti, in arte Mr OneTeas, è un artista italiano residente a Monaco che si è interessato alla pittura grazie al Movimento artistico dei Graffiti. Autodidatta, sviluppa la sua conoscenza artistica attraverso i viaggi, gli incontri e gli scambi culturali, lasciando tracce nelle strade delle grandi città del mondo che ha visitato. Nel corso degli anni è diventato un vero e proprio importante ambasciatore del riciclo, dando nuova vita ai materiali e agli oggetti di consumo ormai obsoleti. Il consumismo fa sì che si producano oggetti che poi vengono subito buttati perché passano di moda e finiscono nel dimenicatoio. Per denunciare l’iper-consumazione proliferante, Mr OneTeas recupera e trasforma oggetti e idee e lo fa  per evidenziare le sue immagini, e anzi, mescolando immagini e attualità, che mette al servizio della sua arte, ci offre una visione critica della nostra società di consumo, ma  senza dimenticare di aggiungere un pizzico di humour e di originalità.

37631200_1288812874589687_8123722759671906304_o
Anthony Alberti, in arte Mr OneTeas

NIELS SHOE MEULMAN: è un artista visuale conosciuto per la sua pittura gestuale che rivela tracce viventi di graffiti e di calligrafia. Ha rivoluzionato l’arte della scrittura quando ha dato vita al movimento Calligraffiti, affermando che “una parola è l’immagina e la scrittura è la pittura”. Pioniere dei graffiti ad Amsterdam, negli anni Ottanta del secolo scorso a New York  ha lavorato con Dondi White, Rammelzee e Keith Haring, precursori dei graffiti. Influenzato anche dai grandi pittori dell’espressionismo astratto, ha progressivamente trovato una sua cifra personale, un suo modo originale di adattare la sua arte di strada ai muri delle gallerie d’arte, sperimentando con i mezzi tradizionali della pittura su tela ma senza aver paura di avventurarsi nei nuovi mezzi espressivi dati ad esempio dalle installazioni concettuali e dalla poesia. Meulman non smette mai di spingere oltre i limiti dell’Arte Urbana Contemporanea.

DSCF6565 copia
Particolare dell’opera di Niels Shoe Meulman andata all’asta all’Upaw 2018 a Monte Carlo lo scorso 20 Luglio

REMI ROUGH: è nato a Londra nel 1971. Negli anni ‘8O e ’90 è attivo nello sviluppo dei graffiti per le strade di Londra, sotto lo pseudonimo di ROUGH. Poco a poco spinge le sue lettere verso una deformazione quasi astratta. Espone per la prima volta nel 1989, ma è nei primi anni 2000 che comincia a farsi notare sempre più. Che dipinga su tela, su legno, su carta o sulle facciate dei palazzi, Remi Rough gioca con gli equilibri e le prospettive usando delle tavolozze di colori molto contrastati. Si è unito al Movimento Graffuturism lanciato da Poesia nel 2010 e che ridefinisce i contorni dei graffiti contemporanei nelle sue tendenze più astratte. Oggigiorno ROUGH è internazionalmente conosciuto ed apprezzato.

L’asta dello scorso 20 Luglio si è conclusa con successo, le opere per le quali i compratori hanno ingaggiato una “battaglia” a suon di rilanci sono state soprattutto quelle di HUGE e di CHRIS DAZE, ma tutti i lavori sono stati apprezzati e venduti (la maggior parte durante l’asta, alcuni anche ad asta terminata).

Come già ho anticipato in apertura i proventi verranno devoluti per una della cause benefiche della Fondazione Alberto II di Monaco.

Il martelletto del banditore risuonerà il prossimo anno e vi anticipo fin da ora che il tema dell’UPAW 2019 sarà “Gli animali a rischio estinzione”.

 

 

© Monica Cillario tutti i diritti riservati. La pubblicazione anche parziale del testo e/o del video, viola i diritti di © ed è punibile per legge.

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: